Miami Street Photography Festival 2016

Cosa, come, quando?

Andiamo per ordine cronologico.

Vedendo sul sito Lensculture una open call al festival di Miami, ho deciso di partecipare spinto anche dalla bella esperienza avuta al festival Imago Orbetello, dove sono arrivato in finale. Il palcoscenico con cui andavo a confrontarmi era di caratura mondiale. Sessanta i Paesi coinvolti e non credevo proprio di poter essere selezionato in questo parterre globale.

E invece…

Domenica 30 Ottobre alle 6.14 di mattina mi arriva una mail con l’avviso di essere entrato a far parte degli 80 finalisti. Vuoi il cambio di orario con l’ora legale, vuoi l’emozione mista a soddisfazione, ho fatto un bel balzo.

Ho atteso la comunicazione ufficiale del Festival, per poi condividere questo bel traguardo. Lo scambio è alla base di tutto e l’aver condiviso con i molti amici e conoscenti questa bella notizia è stato fantastico.

Molti i fotografi italiani conosciuti in rete che saranno tra i finalisti (Rueven Halevi, Alex Liverani, Matteo Sigolo, Umberto Verdoliva, Giacomo Vesprini). Una finale con una giuria d’eccezione composta da mostri sacri come Alex Webb e Rebecca Norris Webb, Martin Parr, Richard Kalvar.

L’idea che una mia foto sia giudicata e vista da Alex Webb…goduria!!

Indipendentemente dall’esito della finale, l’aver fatto parte di questo gruppo e l’aver ottenuto un riconoscimento così grande, costituirà la spinta per migliorare ancora. La foto per Miami può uscire in qualsiasi momento anche in una piccola città come Viterbo. Conta l’idea e la foto selezionata credo funzioni proprio perché si basa su un’intuizione, lasciando poi all’osservatore delle domande. Una foto che si lascia interrogare è una foto che funziona.

Foto finalista al Miami Street Photography Festival 2016 – Copyright Cristiano Morbidelli

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*