Canon 5d Mk IV – Si può migliorare la perfezione?

Introduzione

Ho acquistato la mia prima reflex nel 2006; una Canon, per la precisione una Eos 350D con cui ho iniziato a muovere i primi passi nel mondo della fotografia. Da lì, come tutti i neofiti, ho iniziato – come Ulisse – il mio viaggio alla ricerca della macchina perfetta (SPOILER: non esiste!). Sempre con scelte mirate e ponderate, mai dettate dalla smania dell’acquisto ma dal cambiare delle esigenze fotografiche. Nell’agosto del 2017 ho quindi acquistato la Canon 5D Mk IV (ad un anno dalla sua uscita) sostituendo a malincuore la mia meravigliosa Leica Q (per la mancanza di ottiche intercambiabili). In questo articolo andrò ad approfondire la mia esperienza d’uso durante questi due anni.

Non aspettatevi comparazioni pixel su pixel o confronti al 300%, è una recensione sulla mia personale esperienza d’uso durante questi due anni. Le foto che accompagneranno questa recensione sono state scattate con una 5D Mk4 e il 70-200 f2.8 L II.

Canon 5D Mk4 front

Caratteristiche tecniche

Come già scritto in altri articoli, non credo che le caratteristiche tecniche siano determinanti ai fini dello scatto di una “buona” fotografia (come la definirebbe il Maestro Ugo Mulas). Dietro c’è l’idea, la sensibilità del fotografo e la voglia di raccontare/raccontarsi. Oggi anche una reflex entry level ha ormai raggiunto standard qualitativi elevati e se abbinata ad una buona ottica sarà in grado di produrre ottime immagini. Se si pensa poi che la storia della fotografia è su pellicola, allora inutile aggiungere altro. Per tutte le specifiche vi rimando a questo link al sito ufficiale.

Interessanti invece le reazioni suscitate all’uscita di questa Canon 5D Mk IV, massacrata su tutti i fronti, etichettata come reflex identica alla precedente Mk III e incapace di reggere il confronto con le concorrenti Nikon/Sony/Fujifilm.

Sono aumentati il numero dei pixel (30 milioni), aggiunto il sistema wi-fi e Gps, qualità del display posteriore (ora con touch screen); rimangono invece invariati il numero di punti Af, il corpo tropicalizzato, l’ergonomia generale, la tipologia di batterie (sempre la Lp-E6). 

Sensore e batteria

L’aumento dei pixel ha determinato un aumento della risoluzione e del peso di ciascun Raw (siamo intorno ai 45Mb); sinceramente anche i 22 megapixel della 5D Mk III erano più che sufficienti, quindi non lo vedo come un salto qualitativo fondamentale. La batteria mantiene la ormai consolidata autonomia di circa 600 scatti, che si riduce attivando Wi-fi, Gps e Touch Screen.

Corpo macchina

Con il modello precedente, Canon aveva già fornito ai fotografi un mezzo ergonomico, funzionale, che ha fatto un pò la storia dopo la già riuscitissima Mk II. Tropicalizzato, solido, ormai rodato da una serie Eos 5 giunta alla maturità. Si impugna bene e il peso si aggira intorno agli 800 g. Io la utilizzo in coppia con il 24/70 L II e rimane ben bilanciata. In termini di ingombro e peso non può essere paragonata ad una mirrorless (che se abbinata a un’ottica premium non si discosta poi di molto).

Canon 5D Mk4 lato

Controlli

Per chi ha già utilizzato i modelli precedenti, prendere in mano la Canon 5D Mk IV è come non aver mai cambiato macchina, stessa disposizione delle ghiere, dei tasti, dei display superiore e posteriore; anche il menù mantiene la stessa interfaccia. Un valore aggiunto per chi mette in cima alle caratteristiche più importanti la funzionalità e la praticità. Essendo uno strumento di lavoro si vuole mantenere fin da subito quel feeling e quell’immediatezza avute con il modello precedente. Ottimo l’inserimento del selettore per il cambio dei punti Autofocus che, con uno switch posto nella parte posteriore, permette di passare dai 61 punti al singolo con un semplice click. Cambio di posizione per l’inserimento del telecomando remoto con filo, che passa dalla parte laterale a quella frontale (esteticamente non proprio il massimo, bisogna dirlo). Per il resto la solita Eos 5D.

Canon 5D Mk4 top

Utilizzo sul campo

Ma quali sono i reali cambiamenti in questa 5D Mk IV? Cosa può spingere un utente già in possesso del modello precedente ad effettuare un upgrade? Questa 5D mi ha accompagnato – in tandem con il fidato 24-70 f2.8 L II – negli ultimi due anni; l’ho testata nella street (con il progetto Milano 72) ed è stata la mia fedele compagna nella realizzazione del mio ultimo lavoro sulla Sardegna (Nero Barbagia). Due anni intensi dove ho scattato molto, avendo anche la possibilità di capirne pregi e difetti.

Pro
  • Aumento del range dinamico con miglioramento sostanziale nel recupero delle luci e nella gestione del rumore di crominanza;
  • Colori più fedeli grazie al processore Digic 6+;
  • Bilanciamento del bianco con possibilità di inserire una modalità Automatica con priorità sui bianchi (AwbA);
  • Sistema Autofocus con il sistema Dual Pixel AF, ancor più rapido e preciso (anche in scene molto buie);
  • Esposimetro più accurato;
  • Wi-fi con controllo remoto.
Contro
  • Limitato recupero delle ombre;
  • Touch screen (che ho disattivato e non ritengo per la mia fotografia molto utile);
  • Doppio slot con Compact Flash + Sd (preferibile un doppio Sd);
  • Mancanza del C-Log per i videomaker (acquistabile tramite firmware upgrade – chiaramente una palese volontà commerciale).

 

Ha senso fare un upgrade?

Secondo me, al di là dei megapixel, ha senso effettuare il passaggio –  se si ha la possibilità economica – in quanto ho riscontrato un sostanziale miglioramento sotto tutti i campi sopra citati. Colori, Autofocus, bilanciamento del bianco, range dinamico, gestione del rumore. Chi l’ha criticata alla sua uscita con recensioni negative non l’ha davvero provata sul campo. Oggi si trova intorno ai 2.200 Euro e secondo me ha un ottimo rapporto qualità/prezzo. Cosa vogliamo realmente dalla fotografia di oggi? Sinceramente sono già super soddisfatto con questa Mk IV, non sento l’esigenza di cambiare nonostante i due anni trascorsi insieme (che in tecnologia e con la continua pressione commerciale non sono pochi). Conta il feeling e la funzionalità e con questa Canon 5D Mk IV non vi mancherà di certo. 

Canon 5D Mk4 lato

Tutti i diritti riservati © Cristiano Morbidelli 2019