Cultura dello Sguardo – come vedere il mondo

L’idea alla base del corso Cultura dello Sguardo

CULTURA DELLO SGUARDO

Dopo anni di insegnamento attraverso corsi basati principalmente sull’approccio tecnico, come il Corso Base o quello Avanzato, ho sentito l’esigenza di creare un nuovo percorso formativo che aumentasse la qualità dei nostri scatti partendo però dall’aspetto visivo.

Il corso Cultura dello Sguardo, nasce quindi dalla volontà di dedicare un intero viaggio formativo all’approfondimento monografico di 5 grandi maestri della fotografia e al loro approccio visivo. Si divide in Cultura dello Sguardo 1 (5 incontri) e Cultura dello Sguardo 2 (4 incontri + 1 uscita).

Perché iscriversi?

Il corso dedicato alla Cultura dello Sguardo ha un doppio obiettivo:

  1. fornire le basi per una cultura fotografica in grado di spaziare tra vari generi fotografici uscendo dalla zona di comfort: dalla Street Photography, al Paesaggio fino ad arrivare al Reportage e ai suoi autori di riferimento;
  2. sperimentare, attraverso lo studio sulla composizione dei vari autori; nuovi approcci visivi che possano alimentare lo sguardo ed il modo di fotografare.

Come si struttura?

Questo percorso formativo è composto da 5 appuntamenti in fascia serale da 2 ore e mezza ciascuno. Ogni appuntamento monografico è dedicato ad una fotografa o ad un fotografo che hanno avuto un forte impatto nella cultura visiva moderna. Si passa da Letizia Battaglia a Josef Koudelka, fino ad arrivare a Mapplethorpe e Robert Frank.

Ogni incontro è strutturato in 2 parti:

  • una monografica attraverso la visione di materiale video;
  • una tecnica incentrata sull’approfondimento delle singole immagini e alle dinamiche di composizione.

A chi è rivolto?

Questa serie di incontri è rivolto sia ai fotografi principianti che ai fotografi amatori evoluti che vogliano coltivare ed alimentare il proprio sguardo attraverso input visivi in grado di arricchire il proprio modo di fotografare.